«Considerando questo provvedimento come un intervento di contrasto alla
povertà assoluta e all’esclusione sociale, esso deve valutare più
correttamente la disabilità, sia in termini di erogazione di sostegni
economici che di politiche per favorire l’inclusione sociale»: lo si legge
nella Memoria presentata dalla FISH al Senato sul Decreto riguardante il
reddito di cittadinanza e le pensioni…

Link all’articolo originale