Presentato in Senato un Ordine del giorno che impegna il governo a stanziare risorse in certi tempi. Obiettivo:
garantire l’erogazione dei fondi agli enti locali prima dell’inizio dell’anno scolastico. Anief: “bene, ma serve una
norma che stabilizzi il personale nei ruoli dello Stato”.

ROMA. Assistenti all’autonomia e alla comunicazione presenti in classe fin dal primo giorno di scuola: è la “svolta” promessa dall’ordine del giorno G.10.100 Granato, Montevecchi (M5S), appena presentato al Senato, che impegna il Governo a stanziare le risorse in tempi certi per garantire l’erogazione dei fondi agli Enti Locali e pagare gli stipendi prima dell’inizio dell’anno scolastico. Proprio i ritardi nell’erogazione delle risorse provocano ogni anno la mancata assegnazione di decine di migliaia di operatori, formati e specializzati, con conseguenze negative sugli alunni, che per legge hanno diritto a beneficiare del loro servizio…

Allegati