«Una graduale abolizione dell’obbligo di assunzione, una stringente
normativa antidiscriminazione, un disability manager a supporto delle
aziende private, un fondo ad hoc per gli “accomodamenti ragionevoli” e la
valorizzazione della rete delle Associazioni e dei servizi territoriali:
cinque azioni – scrive Daniele Regolo, fondatore e presidente dell’Agenzia
Jobmetoo – per rendere più moderno, efficace e anche più rispettoso il
rapporto tra lavoratori con disabilità e mondo dell’occupazione»…

Link all’articolo originale