Una signora ha scritto su Facebook:

“Credevo che ai nidi accadessero da sempre bambini con disabilità .. fin dagli anni ’70 ho lavorato in ASL nelle equipe territoriali e nessuno ha mai rifiutato un bambino. A seconda delle specifiche patologie le educatrici dei nidi chiedevano il supporto degli esperti. Io personalmente, insieme a logopedisti, terapisti della riabilitazione, ho seguito bambini fin dall’asilo nido anche con patologie complesse. Per i bambini con deficit sensoriale il punto di riferimento erano gli specialisti del settore”

A queste osservazioni rispondiamo con ANS :

Primo punto

La DGR 1682/2019 non introduce l’accesso di bambini con disabilità al nido o altri livelli scolastici, (inserimento previsto dal 1977 con la legge 517) ma – a completamento del percorso di supporto all’inclusione scolastica agli studenti con disabilità sensoriale – avvia un modello sperimentale di offerta inclusivo, rivolto ai bambini 0-36 mesi con disabilità sensoriale, già frequentanti Asili Nido, Micronidi pubblici e privati e Sezioni Primavera della scuola dell’infanzia e per le prossime iscrizioni

Secondo punto

La DGR aggiunge agli specialisti dell’area sanitaria (logopedisti, ortottisti, terapisti della riabilitazione) che attualmente supportano l’équipe della scuola dell’infanzia, l’affiancamento di operatori con competenze educative specifiche nell’ambito della sensorialità visiva e uditiva, creando inoltre, una importante rete di condivisione con la famiglia.

La consulenza prevista dalla DGR investe l’area dello sviluppo cognitivo, motorio, relazionale ed emotivo, per un intervento precoce (stimoli, strategie, valutazione e adeguamento del comfort ambientale) ed una crescita armonica del bambino, significativa anche per i successivi percorsi di inclusione nella scuola primaria e secondaria.

 

DGR 2426 DEL 11.11.2019Con la DGR 2426 dell’11 novembre 2019, Regione Lombardia ha  approvato la sperimentazione di un modello di offerta inclusiva per i  bambini con disabilità sensoriale da 0-36 mesi, che frequentano gli asili nido, i micro-nidi pubblici e privati e sezioni primavera della scuola dell’infanzia, stanziando € 700mila.

Questa sperimentazione di 2 anni coinvolge 50 bambini che frequentano, sono iscritti o sono in lista di attesa per l’anno 2019/2020. L’obiettivo è quello di garantire interventi precoci, opportunità di socializzazione e adeguate stimolazioni per un miglior inserimento.

Al centro della sperimentazione c’è il “Piano Individuale” che identifica, in ragione delle esigenze del bambino, gli interventi necessari per adeguare l’ambiente e le relazioni.

Il modello organizzativo prevede l’affiancamento temporaneo di operatori competenti al personale del nido  con il fine di sostenerlo nella formulazione e attivazione di un percorso individualizzato.

Inoltre, gli operatori avranno anche un ruolo di supporto per le famiglie nel percorso di crescita del bambino.

Il “Piano Individuale” prevede un massimo di 3800€, a cui va aggiunta una quota forfettaria di 200€ per ogni anno socioeducativo.

“Siamo particolarmente soddisfatti per l’esito della delibera. C’è stata una proficua interlocuzione ed un ascolto attento da parte della Regione e delle associazioni maggiormente rappresentative.”: sottolineano Carla Mondolfo, presidente Associazione Nazionale Subvedenti e Emilia Tinelli Bonadonna, presidente a.l.f.a.

Ringraziamo l’Assessore Stefano Bolognini, il Direttore Generale Giovanni Daverio, la dott.sa Silvana Contegni e tutto il loro staff.

Allegati

Accertamento dell’alunno disabile per l’integrazione scolastica DPCM 185/2006

ATS –  Regione Lombardia

L’individuazione dell’alunno disabile per l’integrazione scolastica avviene tramite l’accertamento ai sensi del DPCM 185/2006 da parte di un Collegio istituito presso le ASST.
Il Collegio si esprime previa presentazione da parte del genitore/tutore della domanda con la quale chiede che l’alunno venga sottoposto all’accertamento dello stato di handicap per l’integrazione scolastica.
La domanda viene presentata in base alla residenza dell’alunno, presso il Collegio della ASST, allegando un certificato medico e una relazione clinica redatta da uno specialista (neuropsichiatra, psicologo o altro specialista) di struttura pubblica o di IRCCS accreditato per attività di neuropsichiatria infantile, dalla quale emerga una condizione di disabilità associata alla necessità di garantire supporti all’integrazione scolastica….

LINK

LINK   https://www.ats-milano.it/portale/Disabilit%C3%A0/Accertamento-dellalunno-disabile-per-lintegrazione-scolastica-DPCM-185-2006SCUOLA Accertamento alunno disabile

Testo per sito rivista e newsletter (2)abstract progetto_ okIl progetto presentato da ANS (capofila) e a.l.f.a. ha ottenuto il contributo del Ministero del Lavoro di cui agli articoli 72 e 73 del D.Lgs. 117/2017 partecipando al bando di Regione Lombardia.

Il progetto si rivolge alle persone anziane della Città Metropolitana di Milano ed in particolare ai bacini d’utenza afferenti alle Associazioni di rete e ai Municipi di Milano coinvolti.

Gli obiettivi del progetto mirano a rispondere concretamente ai bisogni delle persone anziane portatrici di una doppia fragilità visiva e uditiva. Il fenomeno è largamente diffuso per effetto dell’allungamento dell’aspettativa di vita ed è spesso causa di isolamento.

La realizzazione del Progetto si concretizzerà attraverso tre percorsi:

  1. Corso Formazione specifica per i volontari e operatori
  2. Realizzazione del Progetto SIS con laboratori specifici sul sistema visuo-uditivo-cognitivo-motorio
  3. Attività di comunicazione e diffusione con creazione di una brand identity

Il servizio sperimentale ha carattere innovativo perché per la prima volta, un “gruppo di lavoro”, con formazione specifica di professionisti dell’area sanitaria, volontari e tecnici, prenderà in considerazione aspetti, strategie, tecnologie e supporti relativi alle difficoltà visive e uditive nella persona anziana.

Il corso di formazione del Progetto SIS

Il corso, obbligatorio per chi intende poi prestare il suo intervento per la realizzazione  del servizio di supporto integrato rivolto alle persone  anziane con fragilità visiva e uditiva, prevede un interessante percorso conoscitivo sulle due disabilità, visiva ed uditiva, per poter rispondere concretamente ai bisogni delle persone anziane che si trovano a convivere con queste fragilità, soprattutto quando sono presenti entrambe.

 a.l.f.a. cerca  volontari !!! 

Contatti per partecipare al corso di formazione:

Telefono:  02 58320264 / mail   alfaudio@tiscali.it

Progetto SIS ANS alfaProgetto SIS ANS alfa

 

Tra le novità delle linee guida approvate il 27 maggio 2019 con il DGR XI/1682 è prevista la sperimentazione di un modello di offerta adeguato alla fascia d’età 0-36 mesi, che garantisca ai più piccoli precoci interventi e adeguate stimolazioni sensoriali, al fine di creare un modello di intervento che faciliti l’inserimento dei bambini nei successivi percorsi educativi e formativi.

Il modello è ancora da definire ma la Direzione Generale Politiche Sociali ha assicurato che emanerà al più presto le linee guida pertinenti e che
consentiranno entro gennaio 2020 di avere assistenti alla comunicazione anche negli asili nido. Regione desidera assicurare un servizio di qualità.

Con DGR 1682 del 27 maggio 2019 Regione Lombardia ha affidato, anche per l’anno scolastico 2019-2020, alle ATS la gestione degli interventi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale (assistenza alla comunicazione per studenti con disabilità visiva ed uditiva, consulenza tiflologia e fornitura di materiale didattico speciale e di libri di testo).

Tali servizi sono garantiti da ATS Città Metropolitana di Milano per il tramite di Enti qualificati il cui elenco sarà inviato, via mail, alle famiglie che presentano la domanda al Comune di residenza ed in possesso di idonea documentazione.

Modalità di attivazione dell’assistenza da parte delle famiglie

La domanda può essere presentata a partire dal 29 Maggio 2019 presso: Il Comune di Milano, Direzione Area Domiciliarità e Cultura della Salute – Via San Tomaso n.3, 1° piano, stanza 104 o stanza 109 (per informazioni 02 88447636; Email pss.scuolasensoriali@comune.milano.it); l’Istituto scolastico frequentato, il quale provvederà a trasmetterla al Comune di Milano completa della documentazione necessaria.

Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegata la seguente documentazione: certificazione sanitaria che attesti la disabilità sensoriale (esame audiometrico/certificato oculistico); diagnosi funzionale nella quale sia esplicitata la necessità di assistenza specialistica per la comunicazione – assistenza alla comunicazione – non udente/non vedente/gravemente ipovedente[1] ; verbale del collegio di accertamento per l’alunno disabile;
informativa privacy debitamente sottoscritta; copia del documento di identità di colui che presenta la domanda.

Si ricorda che la documentazione sanitaria va aggiornata in quanto da considerarsi scaduta e non più valida nei seguenti casi: Passaggio di ciclo scolastico: dalla materna alla primaria e dalla secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado(dalle medie alle superiori) per quanto riguarda la Diagnosi Funzionale.

Documentazione sanitaria scaduta e/o variata

Il Comune, tramite il sistema informativo SIAGE, trasmette le domande alla ATS competente.
L’ATS provvede all’istruttoria ed all’invio alle famiglie, tramite mail, dell’elenco degli Enti qualificati che forniscono gli interventi di assistenza affinché le famiglie possano scegliere l’Ente di cui avvalersi per la loro attuazione.

La famiglia dovrà scegliere tempestivamente l’Ente erogatore, autorizzare formalmente lo stesso alla presa in carico dello studente e definire il Piano Individuale. L’Ente erogatore, dopo la presa in carico dello studente, deve inviare il Piano Individuale all’ATS entro 20 giorni lavorativi e comunque entro il 15 luglio. ATS Milano, entro i successivi 15 giorni e comunque non oltre il 31 luglio 2019, deve provvedere alla sua validazione per il riconoscimento della spesa.

Il rispetto di tali termini garantisce l’attivazione del servizio contestualmente all’avvio dell’anno scolastico 2019-2020.

Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi ad ATS Milano inviando una email al seguente indirizzo: assistenzacomunicazione@ats-milano.it oppure contattando il seguente numero di telefono 02/85788363.

Con DGR 1682 del 27 maggio 2019 Regione Lombardia ha affidato, anche per l’anno scolastico 2019-2020, alle ATS la gestione degli interventi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale (assistenza alla comunicazione per studenti con disabilità visiva ed uditiva, consulenza tiflologia e fornitura di materiale didattico speciale e di libri di testo).

Tali servizi sono garantiti da ATS Città Metropolitana di Milano per il tramite di Enti qualificati il cui elenco sarà inviato, via mail, alle famiglie che presentano la domanda al Comune di residenza ed in possesso di idonea documentazione.

Modalità di attivazione dell’assistenza da parte delle famiglie

La domanda può essere presentata a partire dal 29 Maggio 2019 presso:

Il Comune di Milano, Direzione Area Domiciliarità e Cultura della Salute – Via San Tomaso n.3, 1° piano, stanza 104 o stanza 109 (per informazioni 02 88447636; Email pss.scuolasensoriali@comune.milano.it);

l’Istituto scolastico frequentato, il quale provvederà a trasmetterla al Comune di Milano completa della documentazione necessaria.

Alla domanda deve essere obbligatoriamente allegata la seguente documentazione: certificazione sanitaria che attesti la disabilità sensoriale (esame audiometrico/certificato oculistico); diagnosi funzionale nella quale sia esplicitata la necessità di assistenza specialistica per la comunicazione – assistenza alla comunicazione – non udente/non vedente/gravemente ipovedente[1] ; verbale del collegio di accertamento per l’alunno disabile;
informativa privacy debitamente sottoscritta; copia del documento di identità di colui che presenta la domanda.

Si ricorda che la documentazione sanitaria va aggiornata in quanto da considerarsi scaduta e non più valida nei seguenti casi:

Passaggio di ciclo scolastico: dalla materna alla primaria e dalla secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado(dalle medie alle superiori) per quanto riguarda la Diagnosi Funzionale.

Documentazione sanitaria scaduta e/o variata

Il Comune, tramite il sistema informativo SIAGE, trasmette le domande alla ATS competente. L’ATS provvede all’istruttoria ed all’invio alle famiglie, tramite mail, dell’elenco degli Enti qualificati che forniscono gli interventi di assistenza affinché le famiglie possano scegliere l’Ente di cui avvalersi per la loro attuazione.

La famiglia dovrà scegliere tempestivamente l’Ente erogatore, autorizzare formalmente lo stesso alla presa in carico dello studente e definire il Piano Individuale.

L’Ente erogatore, dopo la presa in carico dello studente, deve inviare il Piano Individuale all’ATS entro 20 giorni lavorativi e comunque entro il 15 luglio.

ATS Milano, entro i successivi 15 giorni e comunque non oltre il 31 luglio 2019, deve provvedere alla sua validazione per il riconoscimento della spesa.

Il rispetto di tali termini garantisce l’attivazione del servizio contestualmente all’avvio dell’anno scolastico 2019-2020.

Per ogni ulteriore informazione è possibile rivolgersi ad ATS Milano inviando una email al seguente indirizzo: assistenzacomunicazione@ats-milano.it oppure contattando il seguente numero di telefono 02/85788363.

Link all’articolo originale

Il contributo può essere richiesto dalle scuole paritarie con sede in Lombardia come contributo alle spese per la presenza dell’insegnante di sostegno.

Al fine di garantire il diritto allo studio e la libertà di scelta nell’ambito del sistema di istruzione pubblico paritario viene riconosciuto un contributo alle spese sostenute per la presenza dell’insegnante di sostegno alle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado paritarie, che applicano una retta di iscrizione e frequenza, aventi sede in Lombardia che accolgono alunni con disabilità residenti in Lombardia e frequentanti corsi a gestione ordinaria…

Link  http://personecondisabilita.it/page.asp?menu1=3&notizia=7169&page=1

Link http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/enti-e-operatori/istruzione/progetti-per-le-scuole/dote-scuola-20182019-componente-disabili