Sorda dalla nascita per una rosolia contratta dalla madre al quarto mese di gravidanza, Sara Giada Gerini è una bella giovane donna piena di grinta, ex campionessa olimpionica di pallavolo della Nazionale Sordi, salita alla ribalta delle cronache dopo aver postato sulla sua pagina Facebook un video nel quale rivendica i diritti dei non udenti. Il video è stato visto da circa 23 milioni di persone in 5 mesi e ha avuto oltre 800mila condivisioni. Tutto questo ha trasformato Sara in una moderna, ironica, scanzonata “Giovanna d’Arco delle pari opportunità” anche per chi non ha il dono dell’udito.

Sara ha deciso di raccontare in prima persona la vita vera di chi “non ci sente con le orecchie, ma col cuore” in pagine raccolte dalla penna agile della scrittrice e giornalista Marina Migliavacca Marazza. Il progetto è frutto di un’idea di Claudio Venturelli, che ha anche scritto una toccante prefazione.  Un libro che si legge d’un fiato, pieno di intensa umanità, dramma e incredibile sense of humour. È la quotidianità solo apparentemente “normale” di chi è affetto da un handicap che nessuno può vedere, ma che ti cambia l’esistenza. Il volume tocca argomenti interessanti e spesso “sensibili” attraverso aneddoti e riflessioni: il tono è leggero, una chiacchierata godibilissima, ma il senso è profondo. Il suo scopo del resto è dichiaratamente ambizioso: promuovere una rivoluzione culturale per la quale i tempi sono maturi…

Editore: Ocho Tocho  Anno edizione: 2018  In commercio dal: 1 gennaio 2018   € 8,49

Contatto fb  https://www.facebook.com/SaraGiadaGerini/

Press-IN anno X / n. 2188  – Superando.it del 17-10-2018

Si chiama “Traduzione multimediale: accessibilità alla cultura attraverso l’audio-descrizione” un progetto scientifico dell’Università di Parma e ruoterà attorno ad esso la Prima Giornata Internazionale di Studio sull’Audio-descrizione, in programma per il 19 ottobre nella città emiliana, alla quale parteciperanno anche gli esponenti di alcune Associazioni impegnate da tempo sul fronte dell’accessibilità culturale, quali Torino + Cultura Accessibile, CulturAbile e Tactile Vision .

PARMA. Com’è ben noto ai lettori di «Superando.it», con il termine accessibilità si intende comunemente (anche se non solo) il superamento degli ostacoli che si presentano di fronte alle persone con disabilità, guardando inizialmente per lo più alle barriere architettoniche, ma più recentemente riferendosi sempre più – com’era giusto fosse – anche alle barriere percettivo-sensoriali, in modo tale da includere nella questione anche le persone con disabilità sensoriali e cognitive…Press IN 2188

Allegati

dello scrittore valdostano Claudio Morandini

Il libro, pubblicato lo scorso settembre, sarà presentato dall’autore al Museo dei Bambini di Milano (via Enrico Besana,12) venerdì 26 ottobre alle 17, in un evento (organizzato dal Centro Operativo Editoriale del CAI), compreso nel programma dell’edizione 2018 del Milano Montagna Festival e rivolto ai ragazzi dai 6 agli 11 anni

Dopo la presentazione i piccoli partecipanti saranno coinvolti in uno speciale laboratorio nel Centro Permanente Remida del museo, basato sulle vicende raccontate nel romanzo: dovranno infatti costruire la propria maschera utilizzando materiali naturali, proprio come il giovane Remigio fa nel libro.

L’ingresso è gratuito previa prenotazione telefonica fino ad esaurimento posti chiamando lo 02 43980402.

Il museo ricorda che l’evento è rivolto a bambini dai 6 agli 11 anni, non saranno accettate prenotazioni per bambini di età differente da quella indicata.

I Lion Club continuano ad occuparsi anche di sordità

L’udito ha avuto un ruolo primario nello sviluppo dei mammiferi e, in modo particolare, dell’uomo. Fin dalla compara dei primi mammiferi, piccoli insettivori notturni comparsi oltre 200 milioni di anni fa, nel triassico, durante l’era dei grandi dinosauri, la necessità di una migliore percezione uditiva ha generato una nuova e più potente struttura del cervello che, attraverso successive evoluzioni, è arrivata fino ai nostri giorni. L’udito inizia a svilupparsi nel feto molto presto, già a sole 8 settimane di vita il meccanismo percettivo dell’orecchio è sviluppato e diventa completo a 24 settimane circa…

Silvia che alcuni suoni non li sente, Silvia che deve imparare a pronunciare correttamente le parole, Silvia che è sorda. Nonostante ciò la ragazza conduce una vita normale, finché un incidente in autobus le compromette ancora di più l’udito, portandola a considerare l’impianto cocleare. …

Link

Il libro che ha scritto ripercorre un lungo e difficile percorso di vita e offre la dimostrazione delle notevoli capacità di resilienza tipica di molte donne abruzzesi…

Allegati

Press-IN anno X / n. 1593   –       Estense.com del 10-07-2018
Sara Gerini presenta il suo libro a palazzo Racchetta per rivendicare i diritti dei non udenti.
FERRARA. Mercoledì 11 luglio a palazzo della Racchetta, in via Vaspergolo 4/6, alle 19.30 (ingresso libero), ci sarà la presentazione del libro “#Facciamocisentire” con la partecipazione dell’autrice Sara Gerini.
L’appuntamento letterario – promosso da Ferrara Film Festival, Lions, Emi, Aiga e associazione Cervelli in movimento – sarà introdotto dalla direttrice dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara Anna Quarzi con intervento di Lucia Brasini, rappresentante del coordinamento regionale Fiadda…

Allegati

Abbiamo l’opportunità di finanziare una delle più importanti ricerche sulla genetica della sordità mai effettuate nel mondo, il gruppo triestino di genetica coordinato da Paolo Gasparini (uno degli scopritori del gene della connessina da cui dipende la maggioranza delle sordità di chi mi sta leggendo !!) ci ha presentato un interessantissimo progetto dal titolo “Geni Friulani nel Mondo” dove si paragoneranno le popolazioni friulane residenti in Italia, con quelle emigrate nel secolo scorso in Brasile ed in Argentina, così da chiarire l’effetto dell’ambiente e delle abitudini di vita su una serie di patologie, tra cui la sordità…

Allegati