di Gianluca Rapisarda
«Va salutato con favore – scrive Gianluca Rapisarda – un emendamento approvato dalle competenti Commissioni della Camera, che arriverà in questi giorni in Aula, riguardante le cosiddette “classi pollaio”, intervento normativo che renderebbe finalmente “strutturale” e non più aleatoria l’inderogabilità di un massimo di 20 alunni per classe, in presenza di ragazzi o ragazze con disabilità. Il tutto con la convinzione che questa novità possa costituire un’ulteriore conquista di civiltà per il nostro sistema inclusivo»…

di Salvatore Nocera
Bene l’attenzione all’inclusione da parte del Ministero dell’Istruzione, nell’Atto di indirizzo politico-istituzionale per il 2020 e tuttavia, su numerose questioni «sono necessari quanto prima – scrive Salvatore Nocera – una serie di provvedimenti rapidi e particolarmente urgente risulta l’emanazione dei regolamenti applicativi dei Decreti Legislativi 66/17 e 96/19 sull’inclusione scolastica, il cui imperdonabile ritardo impedisce l’attuazione di princìpi fondamentali per l’inclusione, quale la continuità didattica»…

È una notizia rilevante che siano ripresi a pieno ritmo i lavori del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità, presso il neocostituito Ufficio per le Politiche in favore delle Persone con Disabilità. E secondo le Federazioni FISH e FAND, i lavori sono ripresi in un quadro istituzionale molto più forte, poiché coordinati ora direttamente dalla Presidenza del Consiglio. Questo, infatti, potrebbe rendere più immediatamente praticabili ipotesi di riforma e azioni concrete, in àmbito di politiche sulla disabilità…
LINK http://www.superando.it/2020/02/07/fish-e-fand-piu-forte-il-quadro-istituzionale-sulle-politiche-per-la-disabilita/

di Renato La Cara
«È doveroso sottolineare ancora una volta – scrive Renato La Cara, a proposito delle recenti dichiarazioni del Presidente della Regione Lombardia, dopo le elezioni regionali in Emilia Romagna – l’importanza dell’utilizzo di certe parole, evitando allusioni e frasi infelici. Sarebbe ora di finirla una volta per tutte di “essere mal interpretati”, in particolare sulla pelle delle persone con disabilità»…
LINK http://www.superando.it/2020/02/06/i-male-interpretati-e-il-diritto-di-voto-delle-persone-con-disabilita/

Dall’analisi di Handylex il punto su ciò che la legge di bilancio e il collegato fiscale hanno introdotto in relazione ai cittadini con disabilità
Per capire quali tra le misure introdotte dall’ultima legge di bilancio (legge 27 dicembre 2019, n. 160) e dal “collegato fiscale” (legge 19 dicembre 2019, n. 157) approvati a fine dello scorso anno potranno avere conseguenze dirette sui cittadini con disabilità e le loro famiglie, il sito specializzato Handylex fa una puntuale analisi dei testi, scandagliando tra codici e commi quanto di interessante possiamo trovare.
Qui riassumiamo brevemente alcuni dei punti salienti dell’analisi di Handylex, della quale suggeriamo caldamente la lettura, poiché consente di avere una immagine di insieme completa della materia, esaminando a fondo anche punti che qui non tratteremo…
LINK https://www.disabili.com/legge-e-fisco/articoli-legge-e-fisco/legge-di-bilancio-le-misure-di-interesse-per-la-disabilita

Press-IN 36 Press-IN anno XII / n. 36
Redattore Sociale del 07.01.2020
First ribadisce “l’importanza decisiva degli assistenti all’autonomia e comunicazione”. Due le richieste: definire profilo professionale “unico” e internalizzare i circa 50 mila assistenti, che oggi fanno capo all’ente locale.

ROMA. Sono figure chiave nel percorso d’inclusione scolastica degli studenti con disabilità: eppure, non sono ancora adeguatamente riconosciuti e tutelati. Parliamo degli assistenti per l’autonomia e la comunicazione, un esercito di circa 50 mila persone, altamente formate e qualificate, oggi in attesa di essere formalmente collocati all’interno dell’universo scolastico…

Allegati

 

Roma, 11 dic. (Adnkronos) – Si scusa su Facebook il premier Giuseppe Conte con una cittadina non udente, Enza Frizzi, che su Facebook lamenta di non aver potuto seguire l’intervento nell’Aula della Camera sul Consiglio europeo e sul dibattuto tema della riforma sul Mes, trasmesso in diretta anche sulla pagina Fb del premier. “Buongiorno Conte – scrive la cittadina diretta al presidente del Consiglio – mi piacerebbe tanto sapere che cosa ha detto lei ma purtroppo sono SORDA e non capisco un bel tubo, i SOTTOTITOLI????”…

LINK    https://www.cataniaoggi.it/nazionale/ue-conte-si-scusa-con-non-udente-impegno-per-sottotitoli-sedute-camere_10915

 

FISH – A seguito degli incontri con il presidente Conte, il movimento delle persone con disabilità e dei loro familiari, chiede un impegno non episodico nella direzione delle politiche e dei servizi inclusivi

In occasione della formazione del Governo e della stesura del relativo programma, il presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte ha voluto incontrare i rappresentanti della FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap. Un segnale unico di comprensione profonda delle indicazioni della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità che prevede non solo il coinvolgimento dei diretti interessati nelle decisioni che li riguardano, ma la considerazione della disabilità in ogni politica che riguardi tutti i cittadini.

LINK  https://personecondisabilita.it/page.asp?menu1=5&notizia=8654

Testo per sito rivista e newsletter (2)abstract progetto_ okIl progetto presentato da ANS (capofila) e a.l.f.a. ha ottenuto il contributo del Ministero del Lavoro di cui agli articoli 72 e 73 del D.Lgs. 117/2017 partecipando al bando di Regione Lombardia.

Il progetto si rivolge alle persone anziane della Città Metropolitana di Milano ed in particolare ai bacini d’utenza afferenti alle Associazioni di rete e ai Municipi di Milano coinvolti.

Gli obiettivi del progetto mirano a rispondere concretamente ai bisogni delle persone anziane portatrici di una doppia fragilità visiva e uditiva. Il fenomeno è largamente diffuso per effetto dell’allungamento dell’aspettativa di vita ed è spesso causa di isolamento.

La realizzazione del Progetto si concretizzerà attraverso tre percorsi:

  1. Corso Formazione specifica per i volontari e operatori
  2. Realizzazione del Progetto SIS con laboratori specifici sul sistema visuo-uditivo-cognitivo-motorio
  3. Attività di comunicazione e diffusione con creazione di una brand identity

Il servizio sperimentale ha carattere innovativo perché per la prima volta, un “gruppo di lavoro”, con formazione specifica di professionisti dell’area sanitaria, volontari e tecnici, prenderà in considerazione aspetti, strategie, tecnologie e supporti relativi alle difficoltà visive e uditive nella persona anziana.

Il corso di formazione del Progetto SIS

Il corso, obbligatorio per chi intende poi prestare il suo intervento per la realizzazione  del servizio di supporto integrato rivolto alle persone  anziane con fragilità visiva e uditiva, prevede un interessante percorso conoscitivo sulle due disabilità, visiva ed uditiva, per poter rispondere concretamente ai bisogni delle persone anziane che si trovano a convivere con queste fragilità, soprattutto quando sono presenti entrambe.

 a.l.f.a. cerca  volontari !!! 

Contatti per partecipare al corso di formazione:

Telefono:  02 58320264 / mail   alfaudio@tiscali.it

Progetto SIS ANS alfaProgetto SIS ANS alfa