La denuncia del “Corriere della sera”. La gratuità è prevista dai LEA approvati nel 2017, ma in Lombardia gli anziani e le persone con disabilità continuano a pagarli: da 50 a 150 euro.

Il certificato di invalidità -un documento essenziale per la gestione di molte pratiche burocratiche per chi ha una disabilità – dovrebbe essere erogato gratuitamente. Lo prevedono i LEA (Livelli essenziali di assistenza) approvati nel gennaio 2017, che indicano le prestazioni sanitarie da garantire ai pazienti in modo gratuito, attraverso il servizio sanitario nazionale. Ma la norma viene spesso disapplicata. Così molti cittadini lombardi, ignari del cambiamento normativo o non adeguatamente informati, continuano a pagarli, con esborsi che vanno dai 50 ai 150 euro…

Link all’articolo originale

Si chiama “Siblings, la solitudine dei supereroi”, la nuova iniziativa promossa in Toscana dall’Associazione di
Promozione Sociale La RosaAmara di San Casciano di Cascina (Pisa), nell’àmbito del progetto “A piccoli passi”.
Come il nome lascia intuire, essa è rivolta ai fratelli e alle sorelle (i “siblings”, appunto) di bambini con disabilità o gravemente malati, e si propone di sostenerne la crescita personale attraverso incontri ricreativi ed esperienziali gestiti da un team di professionisti, con attività specifiche di teatro, arte e sport…

Link all’articolo originale 

«Chiediamo a bambini, ragazzi e adulti di sperimentarsi con l’Arte della Fotografia, anche con il proprio cellulare, fermando per sempre con un’immagine quello che per loro è il “Bello della Vita”, dando al tempo stesso visibilità anche alla nostra realtà sociale, ancora spesso vittima di stigma e pregiudizio»: viene presentato così, dalla Cooperativa Sociale comasca Agorà97, il concorso fotografico denominato appunto “Il Bello della Vita”, aperto a tutti, fino al 26 maggio, senza limiti di età e provenienza…

Link all’articolo originale

Tale è la Guida 2019 realizzata da Village for all – la nota rete specializzata in turismo accessibile, che conferisce alle strutture dell’ospitalità e a quelle del commercio il proprio marchio dedicato all’accoglienza ospitale – strumento online, scaricabile gratuitamente, che intende aiutare famiglie con bimbi piccoli, anziani, persone con disabilità permanente o temporanea (motoria, visiva, uditiva, cognitiva, comportamentale), coloro che hanno allergie alimentari e ambientali, e anche le Associazioni Sportive e le Cooperative che organizzano attività del tempo libero e di vacanza…

Link all’articolo originale

La guida completa di Liligo dedicata al Turismo Accessibile e ai servizi offerti dalle città, le compagnie aeree, gli
aeroporti e gli autonoleggio, ai viaggiatori con mobilità ridotta e altre forme di disabilità…

Link all’articolo originale

Il Pio Istituto dei Sordi di Milano, ci comunica queste due interessanti iniziative:
dal 24 al 28 aprile p.v. si svolgerà a Cemmo (Capo di Ponte, in Valcamonica in provincia di Brescia) presso
l’Istituto Suore di Santa Dorotea in via Madre Annunciata Cocchetti n. 5 il Ritiro della Nazionale Femminile di Volley Sorde.

Giovedì 25 aprile alle ore 18,00 si svolgerà una partita amichevole tra la Nazionale Femminile Volley Sorde
e l’US Montecchio Macelleria Ottelli. Le ragazze azzurre della pallavolo sono le eredi delle vincitrici della medaglia d’argento ai Deaflympics (i Giochi olimpici per atleti con disabilità uditiva) che si sono svolte a Samsun in Turchia nel luglio 2017

Sabato 27 aprile alle ore 20,45 si terrà invece la proiezione del video-documentario “Il Rumore della
Vittoria”, di Ilaria Galbusera ed Antonino Guzzanti; a seguire un breve dibattito condotto dal giornalista Roberto Bof.

Link all’articolo originale

«Tutti potranno toccare con mano quanto sia non solo possibile, ma anche divertente e
gratificante, praticare discipline insieme a persone di diverse abilità, in cui ognuno potrà
mettere in campo le proprie diversità e metterle al servizio dei compagni di sport»: lo
dicono dal Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano, che partecipa con
convinzione al programma sportivo e sociale “Sport4All”, avviato l’ 8 aprile, a Milano, dalla
Fondazione Milan e dall’Associazione Playmore!, per promuovere appunto l’attività sportiva
praticata da persone con e senza disabilità…

Link all’articolo originale

il prossimo 2 giugno 2019, in collaborazione con la nostra Sezione Provinciale ENS Bergamo, visto l’enorme
successo dello scorso anno, abbiamo organizzato le Mini Olimpiadi per bambini e ragazzi sordi al fine di promuovere nei giovani la cultura dello sport e consentire loro di sviluppare conoscenze, abilità e competenze non solo per lo sviluppo fisico e intellettivo ma soprattutto per raggiungere l’obiettivo di una migliore loro integrazione…

Link all’articolo originale

Un atteggiamento aperto al dialogo, all’ascolto, con al centro l’empatia, può aiutare famiglie ed insegnanti a
rapportarsi in modo adeguato con la disabilità

In un recente articolo è stato ripreso il problema della classificazione e della stigmatizzazione che non di rado
accompagna le persone che hanno ricevuto una diagnosi. In genere esse sono anche accompagnate da numerosi
acronimi che creano non poca confusione tra i non addetti ai lavori…

Link all’articolo originale

«È necessario – scrive Simona Petaccia – che i professionisti della comunicazione diffondano un concetto tanto
banale quanto taciuto: un servizio o un prodotto accessibile è usabile da tutti. Si tratta infatti di insistere a ogni
livello per comunicare questa visione affinché, finalmente, si comprenda che queste soluzioni non riguardano
“qualcun altro”. Si pensi solo, per fare un esempio, a quanti strumenti informatici nati per ovviare a una difficoltà vengono ormai usati da tutti: touch screen, comandi vocali, smart speaker ecc.»…

Link all’articolo originale